Nel precedente articolo abbiamo visto come connettere il centralino IP della serie UCM6100 di Grandstream per piccole e medie imprese al gateway VoIP analogico Grandstream HT503 utilizzando l’HT503 come interno del centralino stesso.

Oggi vedremo un secondo metodo che consiste nel configurare il gateway HT503 come una trunk SIP sull’UCM6100. In questo modo gli interni del centralino potranno effettuare chiamate sulla linea PSTN collegata alla porta FXO dell’HT503 semplicemente anteponendo un prefisso al numero telefonico da chiamare.

Vediamo quindi i passi da seguire:

  1. Accediamo all’interfaccia web dell’UCM6100, andiamo in PBX->Basic/Call Routes->Extensions e creiamo un’estensione per la porta FXO del gateway HT503. configurazione_estensione_fxo
  2. Sempre dall’interfaccia web dell’UCM6100 accediamo a PBX->Call Features->IVR e creiamo un’estensione IVR. Questa estensione ci servirà per ricevere le chiamate entranti dalla PSTN collegata all’HT503.  Abilitando il flag “Dial Other Extensions” la chiamata in ingresso potrà raggiungere le altre estensioni del centralino, inoltre in “Key Pressing Events” si potranno configurare diverse destinazioni in base alla cifra digitata. Nell’immagine sottostante creiamo l’estensione IVR 7000.configurazione_estensione_ivr_700_ucm6100
  3. Sempre sull’UCM6100 creiamo ora una trunk SIP per l’HT503 andando in PBX->Basic/Call Routes->VOIP Trunks. Nel nostro esempio l’indirizzo ip del gateway HT503 è 192.168.40.137. configurazione_sip_trunk
  4. Sull UCM’6100 creiamo ora una nuova regola in uscita accedendo a PBX->Basic/Call Routes->Outbound Routes. Questa regola permetterà agli interni dell’UCM6100 di accedere alle numerazioni tradizionali attraverso la PSTN collegata all’HT503 tramite la trunk SIP appena creata.configurazione_regole_uscita
  5. Creiamo ora una nuova regola in entrata accedendo a PBX->Basic/Call Routes->Inbound Routes. Nell’esempio creiamo il DID 20000, che ci servirà in seguito nella configurazione dell’HT503.configurazione_regole_entrata
  6. Colleghiamo ora una linea PSTN alla porta FXO dell’HT503. Accedendo all’interfacia web del gateway analogico dovremo inoltre configurare la porta FXO per registrarsi all’estensione creata prima sull’UCM6100 (nel nostro esempio l’estensione 5000).configurazione_fxo
  7. Visto che le chiamate entranti sull’HT503 dovranno essere trasferite all’IVR, è necessario configurare i toni DTMF sulla porta FXO dell’HT503 come da immagine seguente.configurazione_dtmf_ht503
  8. La configurazione della porta FXO richiede alcune specifiche addizionali per gestire correttamente i toni della PSTN. Per quanto riguarda l’ITALIA dovremo impostare i seguenti parametri sull’HT503:
    • Enable Current Disconnect: NO
    • Enable PSTN Disconnect Tone Detection: YES
    • PSTN Disconnect Tone: f1=425@-12,f2=425@-12,c=200/200;
    • AC Termination: ITALY
    • Stage Method (1/2):  1
  9. Ora invertiamo il numero di porta SIP delle porte FXS ed FXO dell’HT503. In particolare impostiamo la porta 5060 per la pota FXO (quella di default era la 5062) e la 5062 per la porta FXS (quella di default era la 5060).
  10. Come ultimo passaggio impostiamo sull’HT503 l’inoltro di chiamata incondizionato come da immagine seguente, usando il DID 20000 configurato in precedenza sull’UCM6100.configurazione_inoltro_ht503

Con la precedente configurazione del Grandstream UCM6100 e del Grandstream HT503 le chiamate in ingresso e in uscita funzioneranno come segue:

Chiamate in uscita: Gli interni registrati sull’UCM6100 potranno chiamare un numero della PSTN digitando il prefisso confgurato nelle regole di uscita del centralino seguito dal numero da chiamare.

Chiamate in ingresso: Un utente esterno alla rete chiamerà il numero associato alla PSTN collegata all’HT503, venendo così inoltrato all’IVR dell’UCM6100. Da qui l’IVR (in base alle configurazioni abilitate al punto 2) consentirà all’utente di digitare l’interno desiderato o un particolare tasto per raggiungere le varie destinazioni impostate.