La telefonia IP e la videosorveglianza hanno uno dei punti di contatto nei videocitofoni IP, che permettono di avere funzionalità di remotizzazione di audio e video e funzioni avanzate nella gestione dell’ingresso di un palazzo, abitazione o ufficio. Rispondere anche quando non siamo in casa/ufficio, gestione intelligente delle aperture di cancelli e accensione di luci o altri apparecchi, il tutto dal proprio smartphone, tablet o telefono VoIP. Vediamo quali sono le migliori marche e cosa si può fare con i loro prodotti.

videocitofono

Tra i principali produttori di videocitofoni IP ci sono Mobotix e 2N. Entrambe con una storia di prodotti di qualità nella domotica, nella rete e nella videosorveglianza, mettono a disposizione dispositivi affidabili, garantiti, studiati per durare nel tempo. A differenza di prodotti di fascia più economica, sono equipaggiati con hardware di alto livello (telecamere ad alta definizione con immagini davvero nitide, chassis resistenti e anti-manomissione, supporto delle tecnologie di comunicazione tramite smartphone e PC, oltre che telefoni IP e videotelefoni IP.

Cosa si può ottenere con un sistema con citonofo o videocitofono IP

I sistemi video e voce, sia in ambito business che home, oggi viaggiano in protocollo VoIP/SIP. Questo significa che diversi apparati eterogenei possono dialogare tra loro ed interagire. In questo modo il nostro citofono/videocitofono può dialogare col nostro centralino VoIP, e di conseguenza con i nostri telefoni/videotelefoni, o anche con i nostri smartphone.
Questo permette di ottenere scenari come questi:

  • rispondere alla chiamata dal citofono sia da un telefono interno alla struttura, che da un tablet o uno smartphone, connesso sia nella rete locale che da remoto (mentre siamo fuori sede)
  • inoltrare la chiamata dal citofono verso la linea telefonica e quindi ad un numero di telefono fisso o mobile che potrà rispondere come fosse all’interno della struttura
  • conservare il flusso video del videocitofono in una NVR (Netowork Video Recorder) assieme agli stream delle altre eventuali telecamere di sicurezza
  • comandare apriporta, apricancello e luci collegate all’esterno della struttura, direttamente dal proprio telefono o smartphone

Con quali device è possibile collegarsi al proprio videocitofono?

  • un telefono IP o videotelefono IP, e grazie al tastierino numerico è possibile comandare i vari relè collegati al citonofo/videocitofono
  • uno smartphone o un tablet collegato tramite le APP specifiche dei produttori o tramite APP come Zoiper o simili, cioè dei softphone SIP
  • un PC con installato un softphone SIP o tramite le applicazioni rilasciate direttamente dai produttori dei videocitofoni

Inoltre esistono molteplici accessori che permettono l’installazione di moduli aggiuntivi per gestire più appartamenti/stabili, di collegare il videocitofono IP anche attraverso cavi già esistenti come doppini telefonici, coassiali, ecc, senza per forza installare un nuovo cavo di rete, e di interagire con dispositivi che dialogano con protocollo SIP o attraverso relè meccanici.

Contattateci per avere maggiori informazioni sul vostro progetto di videocitofono.